Culture and arts

Anatema del Papa contro i preti attaccati ai soldi

Nuovo anatema di Papa Francesco ai preti attaccati ai soldi. "Il popolo di Dio che ha un grande fiuto sia nell'accettare, nel canonizzare come nel condannare - perché il popolo di Dio ha capacità di condannare - perdona tante debolezze, tanti peccati ai preti; ma non può perdonarne due: l'attaccamento ai soldi, quando vede il prete attaccato ai soldi, quello non lo perdona, o il maltrattamento della gente, quando il prete maltratta i fedeli: questo il popolo di Dio non può digerirlo, e non lo perdona", tuona Francesco nell'omelia a Santa Marta.

"Le altre cose, le altre debolezze, gli altri peccati … sì, non sta bene, ma pover'uomo è solo, è questo… e cerca di giustificare. Ma la condanna non è tanto forte e definitiva: il popolo di Dio ha saputo capire, questo. Lo stato di signore che ha il denaro e porta un sacerdote a essere padrone di una ditta o principe o possiamo andare in su", avverte il Pontefice nell'omelia di cui riferisce Radio Vaticana.

Alla celebrazione erano presenti i segretari dei nunzi apostolici, in Vaticano per il Giubileo dei collaboratori delle rappresentanze pontificie organizzato dalla Segreteria di Stato.

Il Papa attinge dal passo del Vangelo nel quale Gesù caccia i mercanti dal Tempio che hanno trasformato la casa di Dio, un luogo di preghiera, in un 'covo di ladri'. "Il Signore - spiega il Papa - ci fa capire dove è il seme dell'anticristo, il seme del nemico, il seme che rovina il suo Regno: l'attaccamento al denaro. Il cuore attaccato ai soldi è un cuore idolatra". Gesù, ricorda Francesco, dice che "non si possono servire due signori, due padroni, Dio e il denaro. Il denaro è 'l'anti-Signore'".

Conclude il Papa: "siate coraggiosi. Fate scelte. Denaro sufficiente, quello che ha un onesto lavoratore, il risparmio sufficiente, quello che ha un onesto lavoratore. Ma non è lecito, questo è un'idolatria, l'interesse. Il Signore a tutti noi ci dia la grazia della povertà cristiana. Che il Signore ci dia la grazia di questa povertà di operai, di quelli che lavorano e guadagnano il giusto e non cercano di più".
(Fonte: www.lastampa.it)

Introduzione ai fondamenti del "Bio-Vitalismo"

“ Il DNA tra memoria genetica e memoria biochimica ”

Paolo Manzelli. Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence

N.B. Sintesi della Relazione al Convegno : MEMORIE ,Informatica, genetica, biochimica, dell’acqua, cerebrale e storica. 12 Febbraio Roma ore 9,00-18.30, Viale de Lollis 20,Sala conferenze Residenza Universitaria .

Article's content: 

Strategic Intelligence (Strategie in cerca di nuovi sbocchi dalla crisi strutturale contemporanea)

STRATEGIC INTELLIGENCE = Strategie in cerca proprio di nuovi sbocchi, dalla crisi strutturale contemporanea.

La globalizzazione della grande industria meccanica e il segno iniziale del passaggio dalla società industriale a quella della
conoscenza. La societa industriale ha prima usufruito del processo di terziarizzazione del lavoro nei servizi all'impresa, ma il procedere della delocalizzazione della grande impresa , determina anche la perdita di valore del lavoro della occupazione nel terziario.

Recentemente la progressiva crisi di identita' e di sviluppo della societa industriale ha trovato un nuovo settore economico nella
societa' dell' entertainment , basata su la incentivazione dei consumi mediante il condizionamento della reclame e l' imposizione di una cultura passiva dello spettatore proposta dai mass media.

Purtroppo lo sviluppo della societa dell' Entertainment si associa ad un sistema di distribuzione della ricchezza , caratterizzato dalla economia del lusso , la quale indirizza il mercato verso una contrazione anziche' nella direzione della sua espansione come era stato nella vecchia societa industriale.

Solo il superamento delle condizioni di successo della societa' dell' Entertainment, e cioe di una economia trainata da tutto quanto fa spettacolo, potra dare adito alla ricerca di nuovi sbocchi produttivi ad elevato valore aggiunto intellettuale generato della moderna ricerca scientifica e tecnologica .

Pertanto in sintesi :

- La intelligenza strategica necessita di lungimiranza nella capacità di comprendere e prograrmmare a lungo termine le tendenze e le opportunita' di uno sviluppo alternativo
- Sviluppare un sistema di pensiero trans-disciplinare, necessario per percepire, sintetizzare e integrare gli elementi complementari che possano funzionare come un insieme di raggiungere uno scopo comune.
- La visione essenziale della intelligenza strategica contemporanea, dovra' rispondere alla capacità di ri-concettualizzare uno sviluppo correlato alla sostenibilita ambientale ed economica e quindi anche al risparmio energetico ed alla salvaguardia della natura e della bio-diversita'.
- Aggregare un ampio partenariato a vari livelli, Regionale, Europeo ed Internazionale, impegnato a condividere un sistema di alleanze strategiche per la innovazione e lo sviluppo della societa della conoscenza condivisa, in modo da offrire importanti occasioni di rilancio e riposizionamento culturale, artistico e scientifico, tali da favorire una uscita dalla crisi strutturale contemporanea .

Paolo Manzelli 07/01/11 Firenze

Per maggiori elucidazioni vedi :

1) Art of INNOVATION : http://www.edscuola.it/archivio/lre/art_of_innovation.pdf
2) Cube-Economy : http://www.edscuola.it/archivio/lre/CUBE-ECONOMY.pdf
3) STRATEGIC INTELLIGENCE:
http://www.edscuola.it/archivio/lre/strategic_intelligence.pdf

Indagine Demos-Coop: la comunità politica di internet

Internet è ormai largamente riconosciuto come un luogo di coinvolgimento civico e politico. Attraverso di esso i confini della sfera pubblica si sono allargati. A fianco di una sfera pubblica "virtuale" restano comunque saldi i legami con la dimensione tradizionale del mondo "reale". E' il risultato che emerge dai risultati della 27° indagine Demos-Coop (Osservatorio sul Capitale sociale degli italiani) 1, che si concentra sul rapporto tra internet, politica e informazione.
Nell’articolo vengono presentate le tabelle più significative della ricerca stessa.
I cittadini più attivi nel Web sono anche quei soggetti che non limitano il loro impegno nella dimensione online. Intrecciano modalità di e-partecipazione - come le petizioni via Internet - ad azioni collettive classiche, che si svolgono nelle piazze. Oppure, si informano e leggono i giornali quotidiani non solo cliccando sullo schermo di un pc, ma anche sfogliandone le pagine cartacee. Gli stessi movimenti nati in Rete hanno acquisito "concretezza" attraverso forme di partecipazione sul territorio; come il grillismo o il Popolo viola. In Italia la penetrazione sociale di Internet tocca ormai 30milioni di cittadini: il 52% della popolazione. 2Tra gli utenti della Rete due su tre (66%) dichiarano di leggere i quotidiani online. E la metà circa (48%), afferma di discutere e di informarsi di politica nel Web; partecipando a forum, blog, social network oppure via e-mail. A partire dall'uso o meno di queste due modalità di impiego della Rete si possono individuare quattro diversi gruppi di cittadini: gli Offline, gli Infonauti, gli Internauti e i Cives. net.

(Fonte: repubblica.it)

Article's content: 

Le dieci idee che cambieranno il mondo

Pensieri, tendenze e tecnologie hanno il potere di trasformare la nostra vita ed espandere i limiti delle nostre possibilità. Ci sono però invenzioni ed idee che hanno un effetto più profondo e creano discontinuità con il passato, dividendo la storia tra prima e dopo, come ad esempio la macchina a vapore, il transistor, il Word Wide Web.
Oggi dieci idee fondamentali potrebbero rivoluzionare la nostra esistenza, eccole:
il gioco della vita: applicare alcuni elementi tipici dei videogiochi alle attività della vita reale, come ad esempio attenzione selettiva, esercizi di memoria, ecc;
i calcolatori umani, la ricerca nei videogiochi mostra che i computer arrivano secondi, perché l’intuito umano può superare gli algoritmi del computer nella risoluzione di problemi scientifici complessi;
i caselli sapienti, per eliminare il traffico non servono più strade, ma politiche tariffarie intelligenti;
il transistor a DNA, un nuovo approccio al sequenziamento del DNA potrebbe cambiare le nostre conoscenze genetiche;
un superfiltro per l’acqua, l’uso innovativo di materiali poveri permetterà di migliorare l’accesso all’acqua potabile in tutto il mondo;
il robot mangia piante, inghiotte legno, foglie, ed altre biomasse per produrre elettricità;
cento test in uno, strumento diagnostico che consente alle coppie di sapere se rischiano di trasmettere malattie genetiche ai figli;
cambiare il codice della natura, algoritmi ispirati alla natura che aiutano a gestire la biosfera digitale; la benzina dagli scarti, cioè microrganismi modificati che mangiano rifiuti e “secernono “carburante”;
il DNA spazzatura, le scoperte sorprendenti della parte “inutile” del nostro menoma;
il silenzio degli oceani, una svolta nelle pratiche di sfruttamento per una industria ittica al collasso.

(Elaborazione da Le Scienze - autori vari – Dicembre 2010)

La religione cambia il modo di percepire

Un'indagine condotta da tre università in Italia, Olanda e Israele e pubblicata sulla rivista scientifica Cognition ha rivelato che la percezione che ciascuno ha della realtà é fortemente influenzata dalla religione a cui appartiene.
La ricerca ha misurato la prontezza con cui persone di diverso credo collegano i dettagli di una immagine.
In Olanda sono i calvinisti conservatori i più attential dettaglio che primeggiano sui loro compatrioti progressisti e più ancora sugli atei.
In Italia e Israele la situazione ha visto primeggiare i laici mentre i cattolici osservanti e gli ebrei ortodossi sono più attenti a cogliere le immagini nel loro insieme.
Si é tentato anche di dare una spiegazione: le religioni che sono più individualiste facilitano l'analisi dei dettagli, mentre quelle più orientate alla solidarietà privilegiano una visione d'insieme.

(Fonte: metronews.it)

E’ possibile cancellare i brutti ricordi

Uno studio americano rivela che é possibile cancellare i brutti ricordi a condizione di intervenire sui traumi quando sono avvenuti da poco e quindi non si sono ancora consolidati. Molti dei sistemi sperimentati finora si sono rivelati dannosi per l'uomo perché basati su terapie farmacologiche innaturali. La scoperta si basa sul fatto che i ricordi sono come l’inchiostro: si possono cancellare fin che sono freschi!
Gli studiosi sono riusciti a bloccare le paure intervenendo sul modo in cui il cervello ricostruisce i ricordi.
L’importanza della scoperta si deve al fatto che la memoria di fatti traumatici può condizionarci la vita. Migliaia di persone soffrono di fobie; essi potrebbero tornare a nuova vita grazie a una nuova terapia messa a punto dalla New York University.
I risultati della ricerca potrebbero aprire nuove strade a interventi terapeutici precoci e tempestivi, come nel caso di traumi legati a incidenti stradali o violenze.

(Fonte: repubblica.it)

Perché Assange é stato arrestato? Non per le notizie che ha rivelato

Le notizie pubblicate da Assange hanno sconvolto certi ambienti politici e non solo. Ma tali notizie non violano le leggi americane.
Per questo si sta cercando di incastrarlo per altri motivi.
Perché dunque é stato arrestato?
Diversi mesi fa lui avrebbe avuto rapporti sessuali con donne consenzienti, ma che ora lo accusano di stupro perché durante il rapporto sessuale a un certo momento avrebbero chiesto di interromperlo non avendo lui fatto uso di preservativo.
Si tratta di un palese pretesto per metterlo in difficoltà.
Ma le notizie che lui ha raccolto verranno comunque divulgate perché centinaia di siti ne dispongono e sono pronti a diffonderle.

Nasa: possibilità di vita in qualsiasi tipo di ambiente per quanto inospitale

La Nasa ha scoperto un batterio che può vivere tranquillamente in un ambiente composto al 100% di arsenico.
Questa scoperta lascia concludere che in qualsiasi tipo di ambiente siano possibili forme di vita per quanto rudimentali.
Di conseguenza anche nell'ambiente di Venere dove si respira acido solforico é possibile che esistano forme di vita.
Finora si era creduto che senza tracce di fosfato la vita fosse impossibile.

(Fonte: metronews.it)

Come la politica può stravolgere la democrazia: il caso Italia

COME LA POLITICA PUÒ STRAVOLGERE LA DEMOCRAZIA
IL CASO ITALIA

La democrazia impone un bene prezioso per tutti: l'uguaglianza giuridica dei cittadini dettata da una Costituzione accettata da tutti.

E' compito della politica attuare questo principio.

In Italia la politica tende, invece, a trasformare quell'uguaglianza giuridica in un distorto egualitarismo sociale nel quale l'appartenenza partitica e la conservazione del potere a vita prevaricano, sino ad annullare, i diritti naturali dei cittadini, ignorando del tutto i meriti personali e professionali.

In tal modo la politica instaura un vero e proprio “dispotismo democratico” che può sfociare, secondo le analisi politiche elaborate da Tocqueville nel 1800, tuttora valide, in una “tirannia democratica”.

La vera “Democrazia” potrà subentrare a quella camuffata, solo attraverso una autentica rivoluzione culturale e morale, invocata in celebri loro scritti ed interventi:

• da Antonio Gramsci “Il Paese ha bisogno di una riforma culturale e morale” (1932);

da Aldo Moro “Questo Paese non si salverà, la stagione dei diritti e delle libertà si rivelerà effimera, se in Italia non nascerà un nuovo senso del dovere” (1978);

da Enrico Berlinguer “I partiti sono diventati macchine di potere, non fanno più politica, hanno degenerato e questa è l’origine dei malanni d’Italia” (1981);

parole che hanno attraversato diversi decenni di storia italiana e sono ancora vive oggi, anzi, hanno ancora più spessore morale, culturale e politico.

Occorre, ed è auspicabile, un OBAMA italiano che faccia proprie queste parole e faccia uscire questo Paese dal degrado politico in cui si trova, ripristinando la vera “DEMOCRAZIA”.

prof. Alberto Pagliarini

Syndicate content