ricerca

Prima trasfusione con sangue artificiale

Per la prima volta é stato effettuata una trasfusione di sangue con materiale artificiale.
E' avvenuto a Parigi dove l'Università Curie ha ottenuto sangue artificiale da cellule staminali del midollo osseo.

(Fonte: leggo.it)

19 giovani su 100 "sani" hanno anomalie cardiache

"Ascoltiamo il cuore dei nostri ragazzi". E' questo l'appello che viene dai cardiologi italiani. Un appello tanto più pressante se si leggono i dati di uno screening elettrocardiografico eseguito nell'ambito di una campagna organizzata dalla Fondazione Italiana Cuore e Circolazione, su più di quattromila studenti di Calabria, Lazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Toscana e Veneto. Risultati sconvolgenti: su cento ragazzi apparentemente sani 19 hanno rivelato di avere anomalie elettrocardiografiche meritevoli di approfondimento diagnostico. Ragazzi 'a rischio': 13 su cento avevano familiarità per malattie cardiovascolari, 18 su cento ha dichiarato di fumare, 11 su cento di abusare di alcol e 6 su cento di fare uso di sostanze stupefacenti. "In un momento storico in cui la precarietà delle Istituzioni alimenta la disgregazione e le distanze con i giovani - dice Francesco Fedele, Presidente della Fondazione Italiana Cuore e Circolazione onlus- la Fondazione ribadisce la sua volontà di arrivare proprio al cuore dei nostri ragazzi". (Elaborazione da Well Dire)

Quando e come il cervello inizia a perdere colpi

Il British Medical Journal pubblica un articolo che spiega come il cervello comincia a perdere colpi a partire dai 45 anni e non, come si è sempre pensato, dopo i 60. La notizia ha la sua importanza: oggi si vive di più e arrivare alla vecchiaia con il cervello più sano possibile è una sfida per tutti. Così un gruppo di ricercatori inglesi, francesi e americani, guidato da Archana Sing-Manoux dell’University College di Londra, ha pensato di studiare come l’età modifica le funzioni cognitive e cioè la memoria, la capacità di ragionamento e l’attitudine a comprendere le cose, nella speranza di trovare qualche rimedio.
Gli studiosi hanno reclutato oltre 7 mila persone (più di 5 mila uomini e 2 mila donne) che facevano già parte di un più ampio studio, noto come Whitehall Study II, e partito nel 1985, con l’obiettivo di studiare i derminanti sociali della salute. Le hanno seguite per dieci anni, fra il 1997 e il 2007, sottoponendole per tre volte, in quest’arco di tempo, a una serie di test per valutare la memoria, il vocabolario, la capacità di comprensione visiva e uditiva, la fluidità semantica e fonologica (rispettivamente, cioè, la capacità di scrivere una serie di parole che cominciano con la lettera «S» e di scrivere il maggior numero possibile di nomi di animali). I risultati hanno dimostrato che i punteggi relativi a tutte le funzioni cognitive (compresi appunto la memoria, il ragionamento, la fluidità verbale), tranne il vocabolario, si riducevano con il passare degli anni e che il declino era più veloce nelle età più avanzate.
Qualche dettaglio numerico: la capacità di ragionamento si riduceva del 3,6 per cento negli uomini fra i 45 e i 49 anni e del 9,6 per cento in quelli fra i 65 e i 70; stessa percentuale per le donne più giovani, mentre per le più anziane il declino risultava più contenuto: 7,4 per cento. Morale della ricerca: se è vero che tutto comincia così presto, è indispensabile promuovere stili di vita sani, per proteggere soprattutto la salute cardiovascolare. È ormai accertato, infatti, che quello che fa bene al cuore, fa bene anche al cervello. E soprattutto correggere i fattori di rischio cardiovascolare, come l’obesità, l’ipertensione e l’ipercolesterolemia che, a lungo andare, possono portare non soltanto a danni cardiaci, ma anche alla demenza.

(Fonte: corriere.it)

La prima lente a contatto che funge da schermo tv

Si tratta di una lente a contatto computerizzata, che al momento contiene un solo pixel di informazioni: un po' poco, ma abbastanza per dire che ci sono i presupposti per andare avanti e mettere a punto una lente in grado di visualizzare proprio di fronte all'occhio piccole email o messaggi di testo. Basterà aggiungere qualche centinaio di pixel, e con le capacità tecnologiche di miniaturizzazione odierne non pare così impossibile. Sulla lente si trovano un'antenna che riceve i segnali e l'energia dall'esterno e un circuito integrato per immagazzinare l'energia stessa e trasferirla a un chip di zaffiro contenente un led. Un apparecchio effettivamente complesso che però è risultato in grado di trasmettere segnali sia quando è stato provato nello spazio libero, sia quando è stato messo sugli occhi di conigli da esperimento con l'intento di valutarne la tollerabilità e sicurezza. I test hanno mostrato che la lente non danneggia la cornea in alcun modo, ma ci sono ancora molti elementi da migliorare prima di avere una lente ad alta risoluzione, perfettamente funzionante, controllabile e ricaricabile da lontano.

(Fonte: corriere.it)

Reattore nucleare senza scorie radioattive: l’ultima sfida del filantropo Bill Gates

Il fondatore di Microsoft sta sviluppando il progetto assieme alla Cina. Il reattore, che nei prossimi cinque anni otterrà finanziamenti per un miliardo di dollari, nella mente dei progettisti risolverebbe buona parte dei problemi energetici del pianeta
Un reattore capace di funzionare con l’uranio impoverito proveniente dagli scarti delle centrali nucleari, e quasi in grado di non produrre scorie radioattive: è ciò a cui sta lavorando Bill Gates, fondatore di Microsoft. Che, con TerraPower, società spin-off della leader americana nei brevetti Intellectual Ventures da lui stesso generosamente finanziata, e con il governo cinese, sta sviluppando il reattore a onda progressiva, un nuovo tipo di impianto nucleare in grado non solo di essere alimentato dai rifiuti nucleari, ma anche di funzionare per tutta la sua vita senza la necessità di un successivo rifornimento di combustibile. “L’idea è quella di un reattore molto economico ed incredibilmente sicuro – ha garantito Gates in Cina durante un suo intervento presso il ministero della scienza e della tecnologia – che non richiede l’intervento umano e rimane sicuro in ogni situazione”.
Secondo l’ex presidente di Microsoft, il Traveling wave reactor (Twr), prodigio della tecnologia, sarebbe la soluzione ai problemi energetici del pianeta. Capace di ridurre al minimo i maggiori limiti della produzione di energia nucleare (i costi, i rischi e il problema irrisolto della gestione delle scorie radioattive), nonché di ridurre le emissioni che hanno portato all’attuale caos climatico, il Twr è un progetto in cui, solo nei prossimi cinque anni, verrà investito circa un miliardo di dollari.

(Fonte: il fattoquotidiano.it)

DIabete: 12,6% adulti a rischio. Si previene con l'attività fisica

Il 12,6% degli Italiani adulti - quasi 6,5 milioni di persone - è a rischio di sviluppare il diabete e, tra loro, solo uno su quattro (26%) ne è consapevole. Inoltre, solo il 50% degli Italiani è a conoscenza del fatto che il diabete possa causare disturbi cardiovascolari, che rappresentano la principale causa di morte legata alla malattia, ed è responsabile di 75.000 infarti del miocardio e di 18.000 ictus ogni anno nel nostro Paese. Questi e altri dati sono frutto di un'indagine condotta, su un campione di 500 persone rappresentativo della popolazione italiana, dall'istituto Tns Gallup per conto di Novo Nordisk.

La ricerca è stata presentata in occasione del Changing Diabetes Sport Day organizzato per celebrare la Giornata Mondiale del Diabete, a Roma, nel Salone d'Onore del Coni, da Diabete Italia, Associazione nazionale italiana atleti diabetici-Aniad, Federazione italiana hockey, sotto l'alto patronato del presidente della Repubblica e con il Patrocinio di ministero della Salute, ministero dell'Istruzione, ministro della Gioventù, Comitato olimpico nazionale italiano, International diabetes federation, associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione, Italian Barometer Diabetes Observatory, Sport senza Frontiere, con il sostegno non condizionato dell'azienda danese.

Attenzione alla dieta e all'attività fisica per battere sul tempo il diabete: e' il tema della Giornata mondiale 2011. E' infatti dimostrato come la pratica regolare di esercizio fisico migliori glicemia, pressione e riduca la mortalità: tanto è vero che il "muoversi" è sempre uno dei primi consigli di ogni medico. Curioso notare, tuttavia, ancora secondo l'indagine Tns Gallup, come il 58% degli Italiani ad alto rischio di diabete, pur pensando che la sedentarietà ne aumenti la probabilità, si "muova" meno della media della popolazione: 3 ore alla settimana contro 5 ore alla settimana.

Fonte: direnews.it

Al via il Premio Giornalistico Roberto Morrione

Il Premio "Roberto Morrione" è rivolto ai giovani giornalisti, free lance, studenti, volontari dell'informazione ed ha l'obiettivo di promuovere, sostenere e incentivare concretamente la realizzazione di inchieste televisive di giornalismo investigativo nel nome di Roberto Morrione che, nella sua lunga carriera di giornalista, ha sostenuto con forza l'importanza dell'inchiesta per restituire un contesto alle notizie e far comprendere i fatti.

I tutor dei finalisti saranno tre grandi giornalisti d’inchiesta:
Ennio Remondino, Sigfrido Ranucci, Maurizio Torrealta.

L’inchiesta premiata sarà trasmessa da Rainews.
La premiazione si svolgerà durante le giornate del
Premio Ilaria Alpi.

Per scaricare il bando:
http://www.premiorobertomorrione.it/bando.html

Science for peace: le soluzioni della scienza per ridurre i conflitti nel mondo

Il 18 e 19 Novembre 2011 a Milano, presso l'Aula Magna dell'Università Bocconi, si darà il via alla III Conferenza Mondiale di Science for Peace. Si parlerà di accesso ad acqua e cibo, prevenzione e cura delle malattie, diritti civili, l’impegno della scienza per la pace.
La Conferenza Mondiale Science for Peace è un momento di dibattito internazionale in cui si analizzano le cause all’origine di conflitti e le soluzioni che la scienza offre per la prevenzione e la risoluzione di queste.
La Terza edizione della Conferenza si svolgerà a Milano, presso l'Aula Magna dell'Università Bocconi, in via Roentgen 1.
4 Premi Nobel, 37 relatori da 15 Paesi per individuare soluzioni concrete di Pace.
La Conferenza di Science for Peace è realizzata in collaborazione con l'Università Bocconi e si svolge sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

LINK UTILI: Programma e informazioni sulla conferenza:
http://www.fondazioneveronesi.it/divulgazione/science-for-peace/la-confe...
Registrazione alla conferenza:
http://www.fondazioneveronesi.it/divulgazione/science-for-peace/registra...

www.perlapace.it

L'Internet Forum a Monti: contro la crisi investire nel digitale

Comincia così la lettera/manifesto che I partecipanti all'Internet Governance Forum di Trento hanno deciso di inviare al presidente del consiglio in pectore per chiedergli un deciso intervento a favore dell'economia e della società digitali. Un'idea nata all'inizio dei lavori del forum che ha acquistato consensi man mano che gli incontri procedevano. L'Internet Governance Forum di Trento raccoglie a convegno l'intellighenzia digitale del paese - quest'anno con oltre 22 panel e 100 relatori, esperti e terorici della rete, blogger e giornalisti, hacker e Internet provider.
"Gentile professore Mario Monti, non abbiamo bisogno di ricordarle l'importanza di Internet, spazio di libertà globale, strumento di organizzazione politica e sociale, sostegno indispensabile dell'economia".

(Fonte: repubblica.it)

Come ci si accorge di avere il glaucoma?

Quando si ha il glaucoma non vi sono possibilità di recupero funzionale. Ecco perché per tenere lontana questa malattia, che colpisce 550 mila italiani, bisogna puntare sulla prevenzione e sulla diagnosi precoce. «Per glaucoma si intende un gruppo di malattie oculari in cui la pressione endoculare è sufficientemente elevata per danneggiare il nervo ottico. Non ci sono sintomi fino a quando il danno al nervo ottico raggiunge uno stadio avanzato. Si ha una perdita graduale del campo visivo fino alla visione tubulare (come guardare attraverso un foglio di carta arrotolato: il paziente vede bene, può avere anche 10/10, ma vede solo una piccola porzione, per cui è incapace di orientarsi, per esempio di attraversare la strada. Poi anche la visione centrale sparisce). Ma anche se il paziente non si accorge di nulla per anni, nel corso di una visita l'oculista può cogliere alcuni segni sospetti. Ecco perché è importante sottoporsi a controlli periodici della pressione oculare e del fondo dell’occhio. Se uno di questi due parametri è alterato si eseguono esami più specifici, come l'esame del campo visivo e indagini morfologiche per analizzare la papilla ottica o lo stato delle fibre nervose.

Syndicate content