Carcerati al lavoro: garanzia di maggiore sicurezza per il paese

Opinion - author: albatros - posted: 23-03-2010

Per garantire maggior sicurezza ai cittadini i carcerati che ritornano in libertà dovrebbero essere messi nelle condizioni di non ritornare a delinquere.
Per questo sarebbe opportuno che i carcerati svolgessero un lavoro durante il periodo di reclusione e se necessario imparassero un mestiere.
Ogni carcerato costa al paese alcune migliaia di euro al giorno. In questo modo il carcerato non peserebbe così tanto sulle spalle della comunità e parte dello stipendio potrebbe essere accantonata e restituita al carcerato al suo rientro nella comunità civile: così aumenterebbero le possibilità che il carcerato si metta a svolgere un lavoro pulito e non venga risucchiato dal mondo della malavita.
Inoltre le tensioni nelle carceri si smorzerebbero; diminuirebbero i casi di suicidio; la vita spesso disumana dei secondini ne trarrebbe giovamento e i casi di violenza sui detenuti non sarebbero così frequenti.