Le sorelline siamesi unite per il cuore: un dilemma etico e medico

Case - author: stg - posted: 19-07-2011

Venti giorni fa al policlinico di Bologna sono nate due gemelline siamesi unite per il torace e l’addome, con un unico cuore e due fegati fusi. Si tratta di un caso estremamente complesso e delicato, che coinvolge aspetti medici ed etici. Proprio per questo sono già stati coinvolti con richiesta di parere tutti «gli organismi deputati ad esprimere un giudizio nel merito»: avvisati la Regione, la Procura, il comitato bioetico dell’Università. La difficile scelta della separazione comporterà infatti, inevitabilmente, la morte di una delle due piccole. L’intento dell’equipe medica è quello di prendere tempo sperando che la situazione non si aggravi per far crescere le possibilità di sopravvivenza di una delle due, quando bisognerà agire con l’ inevitabile operazione di separazione. A quel punto bisognerà essere pronti a intervenire rapidamente. Occorrerà fare una scelta decisiva per una delle due. La prima cosa da capire, secondo i medici, è a quale delle due bambine andrà «donato» il cuore. Bisognerà capire a chi destinare il cuore, e poi proseguire a tema con il fegato e l’intestino. Partendo dall’alto, e vedere a chi vascolarmente andrà donato tutto. Dopo un primo intervento «palliativo» al cuore, potrebbero esserci già delle indicazioni, su quale delle due «sacrificare» per far vivere la seconda.

(Fonte: la stampa.it)