Lo stato maggiore del 'U.D.C. a Cariati (Cosenza)

News - author: Ignazio Russo - posted: 12-02-2013

justification: 
Questo tipo di contenuti non rientra tra quelli ammessi su questo sito (vedere “Chi siamo/Lo spirito” e “Regolamento”/”Contenuti ammessi” sulla prima pagina).

Domenica 10 febbraio 2013, nell’Auditorium del Centro Sociale di Cariati, c’erano tutti i maggiori esponenti dell’Unione Democratica di Centro, il partito di Pier Ferdinando Casini, chiamati da Alfonso Cosentino, esponente dell’UDC Provinciale, ad essere presenti al Convegno avente come tema” Ricominciamo dal territorio”- Insieme togliamo dall'isolamento Cariati ed il suo circondario-. Lo ha spiegato benissimo Alfonso Cosentino nella sua introduzione, rivolgendosi ai vertici del suo partito presenti al Convegno, ad iniziare dal Segretario Nazionale LORENZO CESA, all’on. Gino Trematerra Europarlamentare e Segretario Regionale dell’UDC, all'on. ROBERTO OCCHIUTO Deputato UDC, all'on. MICHELE TREMATERRA Assessore Regionale all’Agricoltura, all’on. FRANCO TALARICO Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, all’on. ALFONSO DATTOLO Presidente del Gruppo UDC al consiglio Regionale della Calabria e all’on. GIANLUCA GALLO Consigliere Regionale della Calabria. Nel suo accorato appello, alla presenza di una sala gremita di simpatizzanti e non dell’UDC, Alfonso Cosentino, ha chiesto ai vertici del suo partito di guardare con maggiore attenzione al territorio del Basso Ionio Cosentino e dell’Alto Crotonese, depredato e penalizzato in tutte le sue strutture vitali, con la chiusura arbitraria dell’Ospedale di Cariati, con l’abbandono della Statale 106 Ionica, con la chiusura del Tribunale di Rossano, con la soppressione indiscriminata dei treni a lunga percorrenza, quali il Crotone-Roma, il Crotone-Milano ed il Crotone-Torino che ha creato l’isolamento delle popolazioni di questo territorio col resto del Paese e, non ultimo, la ventilata ipotesi di chiusura dell’Aeroporto di Crotone. E’ seguito il dibattito, al quale hanno preso parte GINO TREMATERRA, MICHELE TREMATERRA, ROBERTO OCCHIUTO e LORENZO CESA, i quali hanno fatto proprio le istanze sottolineate da Alfonso Cosentino, garantendo il pieno impegno a discuterle in sede nazionale e regionale.
Ignazio Russo.