Salute: il 50% delle polmoniti si prende in ospedale e sono le più gravi

News - author: ludo.j - posted: 25-10-2011

Quasi il 50% delle polmoniti viene contratto in ospedale. E' cio' che risulta dallo studio sulle Polmoniti, condotto su circa 2.000 pazienti di 55 reparti di Medicina Interna d'Italia e presentato al 112° congresso nazionale della Societa' italiana di medicina interna (Simi) a Roma. Il 18% delle polmoniti e' "nosocomiale" ossia si contrae per un'infezione acquisita in ospedale (Hospital-acquired pneumonia); il 30% insorge in soggetti che hanno frequenti contatti con le strutture sanitarie: day hospital, istituti di riabilitazione o per malati cronici anziani (Health care-associated pneumonia).

Solo il 61,6% dei pazienti si ammala fuori dagli ospedali, "in comunita'" (Community-acquired pneumonia). Un dato ancora piu' allarmante è che il tasso di mortalittà' di chi contrae la polmonite nosocomiale (Hap) è del 18%, quasi pari a quello dei soggetti che vengono contagiati durante un day hospital o altre procedure sanitarie (Hcap), il 17%. Invece, la mortalità' di chi si ammala di polmonite fuori dall'ospedale (Cap) è bassissima:
il 7%. Chi prende la polmonite durante un ricovero impiega inoltre piu' tempo per guarire: 19 giorni contro i 15 di chi contrae la malattia in comunita'.

"La polmonite nosocomiale (Hap) e quella che insorge in comunita' ma che e' associata a procedure sanitarie (Hcap) sono le piu' gravi, in quanto causate dagli stessi batteri che si sviluppano negli ambienti ospedalieri e si selezionano, diventando molto piu' resistenti agli antibiotici che qui vengono usati in dosi importanti" spiega Mario Venditti del dipartimento di Sanita' Pubblica e Malattie Infettive al Policlinico Umberto I e professore associato della I Facolta' di Medicina e Chirurgia all'Universita' La Sapienza di Roma.

Fonte: direnews.it