Facebook discrimina?

Witness - author: Accordino Antonio - posted: 01-12-2010

Mi è stato disabilitato l'account in modo permanente su Facebook e francamente mi pare d'avere subito un torto. Non ho fatto nulla che possa aver portato disturbo agli altri, che si possa ritenere " Molestia ". Chiedere amicizia non mi sembra lesivo di alcuna onorabilità. Visto che siete così informati delle attività lecite ed illecite allora siete a conoscenza della mia moralità e del buon comportamento usato verso gli altri. Dico e ripeto che non ho fatto nulla di llecito. Non ho molestato alcuno e non ho mai usato termini volgari. Dunque mi pare che abbia sabotato permanentemente il mio account per una svista, una intepretazione errata. Mi pare talmente assurdo questa cosa che non riesco ad esprimere altro, comunque resto in attesa di una Vostra cortese risposta. Accordino Antonio

Il giorno 29 agosto 2010 20:09, ANTONIO ACCORDINO ha scritto:

Il titolare dell'Account di facebook antonioaccordino@gmail.com è il sottoscritto. Ritengo di avere subito un torto; che la disabilitazione sia un errore. Io non ho mai coinvolto facebook nella presentazione del mio racconto e delle mie poesie e non ho mai partecipato a concorsi fotografici. Le foto di paesaggi od altro sono incollate per mostra le bellezze della natura o l'opera dell'uomo nel tempo. Le richiesta di amicizia non hanno mai avuto od hanno carattere amorale; credo sia l'essenza del social network. altro non ho da recrimare e dunque Vi invito a ripristinare il mio ACOOUNT di cui sopra in un breve lasso di tempo e nel ringraziarvi passo a salutarVi. Cordiali saluti. Accordino Antonio
--
Accordino Antonio

Il tuo account è stato disabilitato poiché hai assunto un comportamento sul sito che è stato segnalato come molesto o minaccioso nei confronti di altri utenti di Facebook. I comportamenti vietati includono, a titolo esemplificativo:
• L'invio di richieste di amicizia a persone che non conosci
• L'invio di messaggi di posta indesiderati a persone che non conosci
• L'invio di richieste a terzi per combinare appuntamenti o a scopo commerciale
Dopo aver analizzato la tua situazione, abbiamo determinato che il tuo comportamento ha violato la Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità di Facebook. Non potrai più usare Facebook. Questa decisione è insindacabile.
Per motivi tecnici e di sicurezza, non possiamo fornirti ulteriori dettagli in merito a questa decisione.
Grazie,
Rifiuto categoricamente quanto da Voi scritto in quanto l'invio di richieste d'amicizia a persone sconosciute, mi pare sia l'essenza di facebook per fare conoscere le persone. sarebbe diverso se lo facesi per approfittare della conoscenza di queste persone per scopi amorali. Lo scopo commerciale che mi addossate sarebbe quello di presentare la pubblicazione di miei lavori? Non mi pare d'avere richiesto appuntamenti per scopi commerciali e di non avere abusato del nome di facebbok. Sono certo che stiate prendendo una grossa cantonata o vi hanno indotto ad assumere una decisione discriminatorio nei miei confronti. Alla luce di quanto esposto, Vi invito a ripristinare il mio Account ridando l'onorabilità del mio nome e dei miei comportamenti educati, civili e morali; non credi d'avere assunto alcun comportamento lesivo della personalità degli altri anzi ho suggerito moderazione nel linguaggio e nell'esposizione, comunque resto in attesa di una decisione che fughi questo atteggiamento di esclusione dal social network facebook che ho sempre rispettato e difeso nella sua eterogeità di opportunità di conoscere persone con le quali scambiare opinioni per migliorare la società. Porgo dunque, cordiali saluti. Accordino Antonioo di
Il giorno 29 agosto 2010 02:50, The Facebook Team ha scritto:
Salve,
Purtroppo il tuo account è stato disabilitato in modo permanente per violazione della Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità di Facebook. Ti informiamo che non lo riattiveremo per nessun motivo, né ti forniremo ulteriori spiegazioni sulla violazione di cui sei responsabile o sul sistema che usiamo. Questa decisione è insindacabile.
Grazie,
Il team di Facebook
Noto l'attegggiamento capzioso di questo team. Non Vi chiedo altra procedura. Cosa dire o fare? Account disabilitato in modo permanente. Una condanna a morte per presunte violazioni della Dichiarazione dei diritti. La democrazia, il social netwhork ha decretato la condanna Capitale; la conoscenza delle persone tante strombazzata è piegata a non so quale violazione. Cordiali saluti.
Il giorno 29 agosto 2010 18:46, The Facebook Team ha scritto:NOTA DI ACCORDINO ANTONIO del 29.Agosto. 2010 ore 18.10
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ì
Aggiungo alla sottostante risposta la seguente nota:
Il mio racconto e le mie poesie sono inserite nel contesto del ilmiolibro.it connesso a facebook ed a Twitter;
Le richieste di Amicizia sonoavanzate secondo i Vostri suggerimenti o indicazioni di altri amici, dunque ritengo la Vostra presa di posizione di disabilitare il mio Account, pretestuosa, irriguardosa nei confronti della mia persona che non ha espresso alcuna volgarità od atteggiamento discriminatorio od immorale, anzi ha ritenuto doveroso intervenire presso queste persone che hanno tenuto questo atteggiamento. ho l'impressione che anzichè controllare l'ingerenza di MAFIOSI - SESSUOFOBI od ALTRO su cui non voglio dilungarmi, dunque credo che abbiate o vi siete fatti indurre, a prendere questa decisione senza avere valutato correttamente la mia posizione che ritengo lesiva della mia ONORABILITA', della mia dignità e chiedo che in breve gli sia restituita. Cordiali saluti. Accordino Antonio - Milazzo