Indagine Demos-Coop: la comunità politica di internet

Article - author: albatros - posted: 30-12-2010

Internet è ormai largamente riconosciuto come un luogo di coinvolgimento civico e politico. Attraverso di esso i confini della sfera pubblica si sono allargati. A fianco di una sfera pubblica "virtuale" restano comunque saldi i legami con la dimensione tradizionale del mondo "reale". E' il risultato che emerge dai risultati della 27° indagine Demos-Coop (Osservatorio sul Capitale sociale degli italiani) 1, che si concentra sul rapporto tra internet, politica e informazione.
Nell’articolo vengono presentate le tabelle più significative della ricerca stessa.
I cittadini più attivi nel Web sono anche quei soggetti che non limitano il loro impegno nella dimensione online. Intrecciano modalità di e-partecipazione - come le petizioni via Internet - ad azioni collettive classiche, che si svolgono nelle piazze. Oppure, si informano e leggono i giornali quotidiani non solo cliccando sullo schermo di un pc, ma anche sfogliandone le pagine cartacee. Gli stessi movimenti nati in Rete hanno acquisito "concretezza" attraverso forme di partecipazione sul territorio; come il grillismo o il Popolo viola. In Italia la penetrazione sociale di Internet tocca ormai 30milioni di cittadini: il 52% della popolazione. 2Tra gli utenti della Rete due su tre (66%) dichiarano di leggere i quotidiani online. E la metà circa (48%), afferma di discutere e di informarsi di politica nel Web; partecipando a forum, blog, social network oppure via e-mail. A partire dall'uso o meno di queste due modalità di impiego della Rete si possono individuare quattro diversi gruppi di cittadini: gli Offline, gli Infonauti, gli Internauti e i Cives. net.

(Fonte: repubblica.it)

Article's content: