In Senegal, giornata della memoria in omaggio agli emigranti clandestini scomparsi

Witness - author: Rosa.L - posted: 15-05-2011

A Thiaroye-sur-Mer, un villagio di pescatori senegalesi fortemente toccato dal fenomeno dell'emigrazione clandestina ieri è stata organizzata una giornata della memoria, dedicata alle circa 600 persone partite e scomparse dal 2006.

La giornata è cominciata con i canti di una decina di bambini che con una canzone hanno detto che pensano continuamente ai loro padri scomparsi
Non lontano, Mame Bator Diop, 38 anni, che cresce ormai sola i suoi quattro figli, ha raccontato il suo dolore: « Mio marito è partito molto tempo fa. Non so dove è oggi. Non ho alcuna notizia e lui non ha mail chiamato dopo la sua partenza. Ma mi fa male pensare che sia morto.Penso che è ancora vivo. Chissà, magari lui piange senza ragione. Io lo penso continuamente.

A Thiaroye-sur-Mer, molte famiglie vivono nell'attesa di un ritorno. E gli abitanti non sanno come fare per il dolore dei loro vicini. Nell'attesa queste persone devono innanzitutto trovare nuovi mezzi di sussistenza. Come Rokhaya Paye, una madre di 30 ans : « Prima era mio marito che pagava i miei studi. Ora che non ne ho più notizia i miei genitori hanno cominciato a sostenermi finanziariamente. Lavoro anche in un parrucchiere ma in alcuni periodi devo fermarmi».

Da un anno, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (Cicr) sostiene queste famiglie nelle loro ricerche. « Abbiamo un programma per riallacciare i legami familiari, spiega Sophie Orr, la responsabile della delegazione regionale della Cicr à Dakar. Nella ricerca di notizie dei loro partenti scomparsi, questi abitanti vivono la loro giornata come uno spazio d'espressione e di scambio nella stessa comunità».

Fonte: rfi.fr