Benedetto XVI: una rinuncia che esalta l'autorità