Via ai test d’ammissione per le università

Notizia - autore: stg - pubblicazione del: 31-08-2011

Con la fine di agosto tornano le dure selezioni per l’accesso alle facoltà universitarie a numero chiuso, con alcune realtà che vedranno accedere appena un candidato ogni trenta partecipanti: la somministrazione di test è di fatto iniziata oggi a Roma, dove alla Cattolica oltre 7.300 candidati, 2mila in più rispetto al 2010 malgrado i 120 euro di tassa d’iscrizione, sono stati sottoposti ai quesiti a risposta multipla per contendersi appena 282 posti. Altri 567 aspiranti all’iscrizione ad Odontoiatria hanno tentato di aggiudicarsi, sempre nel polo universitario lombardo, uno dei 32 posti messi a concorso. La prossima settimana sarà la volta degli aspiranti a frequentare i corsi nelle università pubbliche, le cui selezioni - 80 domande a cui rispondere entro due ore di tempo - si svolgono in contemporanea: si comincia lunedì 5 settembre con Medicina e Odontoiatria (da quest’anno la prova sarà unificata e c’è la novità di alcune atenei che proporranno una selezione aggiuntiva in lingua inglese), il giorno dopo sarà la volta di Veterinaria, il 7 settembre toccherà ai candidati in architettura, per chiudere giovedì 8 con gli aspiranti alle professioni sanitarie (infermieri, fisioterapisti, tecnici di radiologia, ecc.).

Per quanto riguarda la gestione e valutazione delle prove, il Miur, attraverso un decreto ministeriale emesso durante l’estate, ha introdotto alcune novità. Ad iniziare dal fatto che durante le prove di ammissione verrà dato più spazio ai quesiti logico-deduttivi. Inoltre, ad ogni potenziale futuro corsista verrà proposta una “batteria” di domande con contenuti sempre più attinenti alla professione che vorrebbero svolgere.

(Fonte: city.it)