comunicazione

Agcom: la Rai garantisca l'informazione sui referendum di giugno

La Commissione Servizi e Prodotti dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha esaminato gli esposti presentati dalla lista Di Pietro - Italia dei Valori e dai Comitati promotori dei quesiti referendari (sul nucleare e legittimo impedimento) trasmessi il 18 maggio scorso. L’Autorità, alla luce dei dati del monitoraggio televisivo, ha rivolto un formale invito alla RAI affinché, nei trenta giorni precedenti la data della consultazione, assicuri una rilevante presenza degli argomenti oggetto di referendum nei programmi di approfondimento, come prescritto dalle norme attuative della legge n. 28/00 approvate dalla Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi il 4 maggio scorso . Per quel che concerne la collocazione dei contenitori per i messaggi autogestiti gratuiti, l’Autorità ha segnalato la questione alla Commissione parlamentare di Vigilanza.

Fonte: Agcom

Easynet la rete utilizzata da Sky per trasmettere le immagini del matrimonio di Kate e Williams

Venerdì 29 aprile, la rete fornita da Easynet è stata utilizzata da Sky News per contribuire alle riprese dal vivo, trasmesse in tutto il mondo, del matrimonio di Sua Altezza Reale il Principe William e Kate Middleton. I contenuti provenienti dai vari luoghi dell’evento, tra cui l'Abbazia di Westminster, Buckingham Palace e il Mall, sono stati poi editati presso il nuovo centro trasmissioni Sky situato a Osterley, West London, e trasmessi sia in alta definizione (HD) sia in definizione standard (SD).

L'emittente televisiva, poiché gli occhi del mondo erano puntati sulla trasmissione dell’evento sui canali Sky, non aveva alcun margine di errore. Per garantire la massima affidabilità Easynet ha fornito a Sky l’innovativa rete IP (Internet Protocol) multi-gigabit e la propria solida infrastruttura di back-up. La rete in fibra, unitamente alla tecnologia di compressione ad elevate prestazioni, ha consentito a Sky una trasmissione video in grado di aggregare diversi contenuti su un'unica piattaforma. Durante l’intera durata dell’evento, la rete è stata l’unico punto di gestione di decine contenuti diversi, provenienti dalla cerimonia stessa, dalle celebrazioni in tutta Londra e da una serie di altre fonti esterne, che hanno contribuito a rendere l'evento memorabile, per chi lo ha guardato in casa e anche per chi vi ha partecipato più direttamente. I consulenti di servizi professionali Easynet hanno progettato, implementato e coordinato l'intera infrastruttura di rete per la gestione dei contributi, che da siti sparsi nel Regno Unito giungevano al nuovo quartier generale di Sky.

http://www.easynet.com/it/it/

Le contraddizioni che emergono sulla morte di Bin Laden

La morte di Bin Laden, il modo, il quando, il come è stata gestita l'informazione lascia piuttosto perplessi... alcune considerazioni.

Article's content: 

Farsi la propria web radio gratis

Crearsi una propria emittente radiofonica sul web senza alcuna spesa è facile. Avere una propria stazione radiofonica è sempre stato il sogno di molti. Sogno che oggi è reso possibile dalle potenzialità offerte dal web 2.0. Prosumer-Tech, noto blogger hitech da sempre pronto a proporre nuovi prodotti e nuove tecnologie ai suoi fan presenta oggi una nuova piattaforma online in grado di soddisfare le più sfrenate fantasie. Si tratta di un prodotto altamente innovativo, come spiega lo stesso Amministratore Delegato di Spreaker, Francesco Baschieri a Prosumer (http://prosumer-tech.blogspot.com/2011/04/spreaker-crea-la-tua-radio-onl...), su ispirazione americana. Basta infatti connettersi a questa nuova piattaforma, la registrazione può anche avvenire tramite il proprio account Facebook, per caricare nella propria libreria musicale (per un massimo di un'ora nella versione base) brani musicali, jingle, loop, effetti ecc. Se non se ne possiedono di propri si possono utilizzare quelli che Spreaker stessa mette a disposizione. E' così possibile, dando sfogo alla propria creatività, offrire ai propri fan la possibilità di scoprire e pubblicizzare artisti emergenti e nuovi generi musicali.
Questo è solo uno dei tanti prodotti suggeriti dal blogger, che mette a disposizione una fan page su Facebook (http://www.facebook.com/pages/Prosumer-Tech/156417634403077)per ricevere suggerimenti sui prodotti di maggiore interesse e per confrontarsi con loro a proposito delle nuove tecnologie.

Scuola: la pagella e i certificati scolastici digitali

Parte l'operazione Wifi nelle scuole
I ministri Gelmini (Istruzione) e Brunetta (Innovazione Pa) hanno dato il via con una conferenza stampa congiunta all’operazione Scuole in Wifi. L'obiettivo è di dotare gli istituti scolastici di un access point gratuito per la didattica, utile anche per l’utilizzo delle oltre 30.000 lavagne interattive multimediali già installate.

Per fare che? Lanciare il portale ScuolaMia che digitalizzerà molti servizi scolastici.
Gli istituti che già aderiscono al progetto ScuolaMia, a partire dal secondo quadrimestre di quest’anno, renderanno disponibile la pagella anche in formato digitale.

Sono state create 500.000 caselle Pec per gli aspiranti supplenti iscritti nelle graduatorie di istituto nell’ambito del servizio gratuito
Postacertificat@ (100.000 sono state già attivate).

Con l’avvio del nuovo anno scolastico sarà completata l’offerta di servizi per le famiglie con l’introduzione, su ScuolaMia, oltre che dei certificati scolastici digitali sostitutitvi dei documenti cartacei, di servizi di iscrizione e pagamenti online e di consultazione del rendimento scolastico.

Tutti i dirigenti scolastici saranno dotati di firma digitale, la convocazione degli aspiranti supplenti attraverso telefono e telegrammi sarà sostituita con la convocazione via Pec e Sms e sarà ultimata la distribuzione di Pec a tutte le scuole.

L’Operazione relativa al Wifi, che prevede la partecipazione di enti pubblici e società private che potranno aggiungersi al progetto in qualità di sponsor, mira a dare alle scuole aderenti al progetto ScuolaMia una connessione senza fili per collegare a internet un’area dell’istituto (aula didattica, laboratorio di informatica, biblioteca, sala professori, ecc.).

L’access point sarà riservato alla didattica e l’operazione consentirà entro il nuovo anno scolastico di dotare circa 5.000 scuole di punti di accesso alla rete. Il completamento dell’iniziativa è previsto per il 2012 e avrà un costo di 5 milioni di euro.

Novità in arrivo ancheper il portale ScuolaMia che offrirà alle famiglie nuovi come la pagella digitale realizzata con le strumentazioni previste dal Cad (firma digitale del dirigente scolastico e timbro digitale su carta), i pagamenti online in modo che tutti gli istituti avranno la possibilità di gestire qualsiasi pagamento sui propri conti correnti postali e vedere i versamenti effettuati dalle famiglie direttamente sul portale Iscrizioni saranno effettuate online tramite il portale ScuolaMia e saranno a disposizione nuovi canali di comunicazione come Pec e Comunicazione elettronica certificata per dialogare con la scuola.

(Fonte: bitmat.it)

Una soluzione intelligente alle difficoltà quotidiane

L'articolo presenta “Una soluzione intelligente alle difficoltà quotidiane”, un’immersione a 360° per cercare di chiarire alcuni concetti madre per spuntarla in un mondo in evoluzione costante: Internet. Il Networking, così, diviene un utilizzo conscio della rete di relazione per un miglioramento personale e globale, un processo creativo, paradigma di libertà e di incontro delle necessità proprie ed altrui in una situazione di win/win (vincitore/vincitore) e non più di win/lose (vincitore/perdente).

Alessia Mocci
Responsabile dell’Ufficio Stampa di Sebastiano Zanolli

Inviavano sms a “Quelli che il calcio” per comunicare con i boss mafiosi in isolamento

Per comunicare con i detenuti in isolamento (legge 41 bis) utilizzavano una tecnica speciale: inviavano loro messaggi cifrati attraverso sms spediti a Quelli che il calcio.
E’ quanto è emerso nel corso di un'audizione alla Commissione parlamentare antimafia proprio sulla situazione dei detenuti in regime di carcere duro.
La trasmissione Rai condotta da Simona Ventura, come altre, prevede l'invio di messaggini da parte del pubblico, che vengono fatti scorrere sul video. Tutti possono partecipare. Lo stratagemma usato dai mafiosi naturalmente è del tutto anonimo e quindi chi gestisce il programma televisivo è del tutto all’oscuro di quanto succede.

(Fonte Ansa)

Nasce Europa 7 Hd, la TV italiana (oscurata per 11 anni) che per prima trasmetterà in uno standard ad alta definizione e in 3D

Con l'avvio delle trasmissioni di Europa 7 parte una nuova epoca della tv, italiana e non solo: quella dell'alta definizione e del 3D quale risposta al dilagare della tv via Internet.
Sarà una tv italiana la prima a trasmettere in Europa e nel mondo, da quest'anno, nello standard DVB-T2 in alta definizione.
E’ una storia quella di Europa 7, che viene da lontano e che ha in mano le carte tecnologiche per andare lontano. Francesco Di Stefano presenterà finalmente la sua creatura, costruita dopo una durissima battaglia legale e politica, spesso solo contro tutti, per avere quelle frequenze mai assegnate, nonostante la concessione ottenuta nel 1999.
Sia con un televisore Full Hd sia con un vecchio televisore analogico: in entrambi i casi la definizione è migliore di un Dvd in Blu-Ray, soprattutto nel caso del Full Hd. La nuova tecnologia , tra l'altro, permette la ricezione del segnale anche dove il DVB-T1, utilizzato da tutte le televisioni del digitale terrestre, è assente perché disturbato. Con il DVB-T2 la capacità trasmissiva aumenta di oltre il 60% e vi è una maggiore robustezza del segnale, a parità di condizioni con il DVB-T1.
Europa 7 trasmetterà otto canali in alta definizione: una delle novità è, appunto, che si potranno vedere in Hd anche dai televisori tradizionali,e non solo da quelli in Full Hd, con qualità ben superiore a quella del digitale terrestre. L'audio è in Dolby Digital. Non solo: la qualità dell'immagine e del segnale consentirà ai televisori 3D Ready di convertire i canali di Europa 7 in 3D.
La condizione è quella di acquistare un decoder 7Box-Hd, con smart card inclusa, che permette di ricevere anche tutti i canali digitali terrestri gratuiti e promette di semplificare i problemi attuali di collocazione numerica dei canali (Lcn) e di usabilità del decoder.
Senza contare che più prima che poi, usciranno sul mercato tv color con decoder DVB-T2 integrato, i cui produttori dovranno trovare un accordo con Europa 7, l'unica ad usare quello standard per qualche tempo. Europa 7 trasmetterà su tutto il territorio nazionale: Francesco Di Stefano ha ottenuto, nel luglio 2009, il canale E8 Vhf e a febbraio 2010 altre frequenze, dopo una trattativa con il viceministro delle comunicazioni Paolo Romani. Di Stefano parteciperà alla procedura pubblica per l'assegnazione di un'altra rete nazionale (saranno cinque, due in Vhf e tre in Uhf, probabilmente). L'imprenditore abruzzese ha siglato un accordo con RaiWay – che trasmette Rai1 sulla terza banda Vhf – per utilizzare una serie di impianti e tralicci della società che gestisce la rete del servizio pubblico. La potenza diffusiva e la stabilità del segnale in DVB-T2 hanno consentito a Europa 7 di limitare il numero di tali impianti.
Il fatto che una new entry come Europa 7 adotti una tecnologia all'avanguardia nel mondo, è un buon inizio verso l’arricchimento della concorrenza nell’offerta italiana.

Syndicate content