Che cosa ne è del Metodo Di Bella a sette anni dalla morte del professore

Articolo - autore: admin - pubblicazione del: 18-02-2011

Che cosa ne è del Metodo Di Bella a sette anni dalla morte del professore

Il 3° Congresso Mondiale di Oncologia ("BIT's 3rd World Cancer Congress 2010"), tenutosi a Singapore dal 22 al 25 giugno scorso, ha invitato a partecipare il Dr. Giuseppe Di Bella, che ha presentato una relazione sul Metodo Di Bella (MDB).
L'invito era giunto all'inizio di marzo. Comprensibile l'incertezza sull'opportunità di parteciparvi, nel timore che posizioni preconcette rendessero improduttiva l'impegnativa trasferta.

Un secondo ed esplicito invito ha dissipato ogni indugio, inducendo il Dr. Di Bella ad inviare il testo della propria relazione. Ecco il testo dell'invito
"Dear Dr. Di Bella G,
I have previously emailed a formal invitation of BIT Life Sciences' 3rd World Cancer Congress, but I have not yet received a reply. To ensure that you do not miss out, I extend my invitation to you again to express my sincere wish for your participation in this congress to move the anti-cancer research & care agenda forward.
Based upon your great contributions to the study and research on cancer, you are expected to take part in BIT Life Sciences 3rd World Cancer Congress (WCC) with the theme of Health Science without Borders, which will be held from June 22 to June 25, 2010 in Singapore EXPO, Singapore. On behalf of the Organizing Committee, it’s our honor to welcome you to give a speech at the conference."
(Caro dott. Di Bella G.,
Le abbiamo mandato un invito formale per il Terzo congresso mondiale di Oncologia cui non abbiamo ricevuto risposta.... é nostro vivo desiderio che lei partecipi...
Sulla base del suo grande contributo allo studio e alla ricerca sul cancro, ci aspettiamo che prenda parte al Terzo congresso mondiale di Oncologia ...
Per conto del comitato organizzativo é un onore averla come relatore alla conferenza.)

Questa l'incoraggiante risposta ricevuta dal Prof. Michael Guo:
"Dear Dr. Giuseppe Di Bella, We welcome you to partecipate the conference and it is honor that you could deliver a lecture at the conference. We are pleased to inform you that you are entitled to be our speaker for Track 5-10: Clinical Update on Combination Cancer Therapy"
(Caro Dott. Giuseppe Di Bella, siamo lieti che lei partecipi alla nostra conferenza e per noi è un onore che lei possa presentare una relazione al Congresso. Teniamo ad informarla che lei é titolato ad essere il nostro relatore nel contesto della sezione 5-10: Aggiornamento clinico sulle terapie combinate del cancro).

Il testo inviato dal Dr. Di Bella è stato sottoposto alla verifica del comitato scientifico, formato da eminenti ricercatori, tra cui il premio Nobel Andrew Schally (Andrew Viktor Schally - Wilno, 30 novembre 1926, biologo e endocrinologo polacco naturalizzato statunitense, è stato insignito del premio Nobel per la medicina nel 1977, insieme a Roger Guillemin, per le scoperte sulla produzione degli ormoni proteici dell'encefalo).
"Quale, a parte la maggiore obiettività della medicina clinica e sperimentale estera, la ragione di questo invito? L'esperienza ci ha resi assai disincantati e molto concreti, per cui, ben lungi dal volere usare toni ingenuamente tripudianti....., siamo propensi a credere che abbiano suscitato un vivo interesse le recenti pubblicazioni sul MDB. Perché, si dirà? Non è la prima volta che appaiono lavori sui risultati testati della terapia: d'accordo, ma finora non era stato possibile pubblicare casi assolutamente unici nella storia della lotta ai tumori. Ci riferiamo ai seguenti lavori, apparsi nel giro di poco più di un anno":

1) Di Bella G., et al.: Complete objective response of neuroblastoma to biological treatment. Neuro Endocrinol Lett. 2009;30(4):437-49.

2) Di Bella G. et al: Complete objective response of oesophageal squamocellular carcinoma to biological treatment., Neuro Endocrinol Lett. 2009;30(3):312-21.

3) Di Bella G.: Complete objective response to biological therapy of plurifocal breast carcinoma. Neuro Endocrinol Lett. 2008 Dec;29(6):857-66.

"Cos'hanno di "speciale" questi lavori? E' presto detto: si tratta di tumori maligni non operati, né sottoposti a chemio o radio, ma totalmente e stabilmente risolti solo con il Metodo Di Bella (MDB). E allora...? ... è bene sappiate che non esistono nella letteratura oncologica tumori solidi non operati e completamente risolti con l'esclusivo ricorso ad una terapia farmacologica, sia essa chemioterapia, radioterapia o ....anticorpi monoclonali! Evidentemente il costume, che sembrerebbe tutto casalingo, di fare spallucce di fronte ad eventi di questa portata - in barba ai 15 milioni di morti di cancro annuali - non è condiviso da settori importanti dell'oncologia mondiale".

L'articolo allegato illustra bene queste che sono le ragioni per cui il figlio del professor Di Bella ha ricevuto questo riconoscimento che rende onore al padre, un illustre italiano misconosciuto in patria. L'articolo é ripreso dal sito ufficiale del Metodo Di Bella.